Sempre nel cuore

Pubblicato il da scanazzatu

 

Sono sempre stato contrario alle commemorazioni, perchè sembra , a mio giudizio, un dover ricordare

solo in quel caso, mentre certi ricordi si devono portare nel cuore sempre, e festeggiarli giornalmente

anche nelle piccole cose della nostra vita. Penso che sia questo il modo migliore per non dimenticare.......

 

Giovanni.jpg

 

Comodo relegare la memoria 

alle commemorazioni. 

Un ricordo a comando, 

una tantum per mettere a posto la coscienza.

Per me che ho avuto la fortuna di conoscerti, 

di lavorare al tuo fianco è difficile da accettare.

Mi passano per la mente l’espressione dei tuoi occhi,

 il tuo sorriso, la forza che sapevi dare a chi ti era vicino,

 il coraggio che infondevi a chi, come te, lottava contro tutte le avversità

 di questo lavoro così difficile ma al contempo così bello.

Ricordo di corse in auto, sotto la pioggia o con il sole cocente, 

con l’ansia stampata nei volti di chi dava tutto sè stesso 

nel tentativo di portare a termine una battaglia.

Grazie Giovanni per averci ridato la nostra dignità, 

per avere riscattato la nostra terra.

Sarai sempre con me nel quotidiano ricordo, 

nelle piccole cose di ogni giorno.

Grazie Giovanni.

 

 

Commenta il post

benedetta 05/24/2011 23:08


Penso che le commemorazioni rechino intrinsecamente anche il rischio di un rituale non sentito. Eppure Giovanni Falcone non si può non commemorarlo. Repetita iuvant...Ricordare, fare memoria, è un
modo tangibile per riconoscere il valore immenso del suo sacrificio, del suo credo in valori universali che egli ha cercato di tradurre in una lotta implacabile al male, cancro di una società che
vuole essere laboriosa, vivere dignitosamente, guardare al futuro con ottimismo.
Fare memoria significa trasmettere la figura di Giovanni Falcone alle nuove generazioni. I giovani sono sensibili ai valori fondamentali e ci credono fermamente. Sanno che è in gioco il loro
futuro, hanno le energie per affrontare l'impegno necessario per cambiare, un passo alla volta, la mentalità.

Io credo che la dignità di un popolo passi anche attraverso l'impegno di tutti, soprattutto nel quotidiano di ciascuno, a mettere finalmente in pratica l'onestà, il senso di giustizia, la coerenza
. Valori questi, che permetterano di traghettare l'Italia verso un futuro meno buio. Dobbiamo crederci fermamente, però....e rimboccarci le maniche ogni giorno.


lucia.baciocchiSono lucia 05/24/2011 14:06


Antonio, mi unisco a te e ripeto; GRAZIE GIOVANNI


scanazzatu 05/24/2011 21:53



L'importante è non dimenticare, altrimenti sarà stato tutto inutile.


Un abbraccio


 



semplice-Vera 05/23/2011 17:31


E' un atto d'amore il tuo.
Un abbraccio fortissimo
Vera


scanazzatu 05/24/2011 21:52



Sei davvero una persona cara e molto sensibile.


Un grandissimo abbraccio da parte mia


Nino